| Scheda disservizi | Conto Corrente Bancario | Cara Federmot...| Concorsi e ricorsi storici |



Concorsi e ricorsi storici


 

Gentili Colleghi,
il Legislatore Costituente scrisse all'articolo 106 della Costituzione che "le nomine dei magistrati hanno luogo per concorso".
Forse era consapevole dell'insufficienza di questo laconico precetto quando aggiungeva al secondo comma dello stesso articolo:
"La legge sull'ordinamento giudiziario può ammettere la nomina, anche elettiva, di magistrati onorari per tutte le funzioni attribuite a giudici singoli".
Ma il rimedio fu peggio del male, come dimostra la condizione precaria e assurda dei magistrati onorari di tribunale.
In questa sezione trovate da oggi del materiale relativo ai concorsi in magistratura vecchi e nuovi.
Il concorso in magistratura non é mai stato una vergine innocente; come tutte gli esami esso é attinto da sospetti e diffidenze.
Lo scopo della Federmot é di fare chiarezza, non di gettare ombre; di difendere l'operato dei magistrati che hanno superato il concorso per le proprie capacità (la maggior parte), non di screditare la magistratura.
Tuttavia per fare chiarezza bisogna sollevare il coperchio dell'ipocrisia e guardare verso il fondo, senza avere paura che emergano a galla quelle cose che non avremmo mai il coraggio di berci.
Diamo spazio anche alla battaglia legale dell'Avv. Pierpaolo Berardi, aggiungendo la nostra riconoscenza a quella di tanti magistrati togati che lo hanno difeso.
Le doti di inquirente e giurista del Collega Berardi, dopo anni di coraggiose indagini sul concorso in magistratura, sono ormai conclamate ben oltre il responso di quello strano concorso in magistratura che ne dichiarò la non idoneità.

Buona lettura

Paolo Valerio

Articolo apparso su "Il Messaggero" del 7/10/2003
Articolo apparso su "La Stampa" del 9/09/2004
Articolo apparso su "La Stampa" del 9/09/2004
Articolo apparso sul "Corriere della Sera"